Se telefonando…

Quante volte vi siete arrabbiati perché continuate a ricevere telefonate indesiderate?
Cercano di venderci qualsiasi cosa, principalmente servizi di telefonia e di connessione internet, ma anche corsi, mobili, olio d’oliva, e dozzine di altre stupidaggini per le quali non siamo minimamente interessati.
Ho tentato anch’io con il ‘Registro delle opposizioni‘, le telefonate disturbatrici si sono ridotte, ma non azzerate.
In un paio di occasioni ho sbagliato, e mi sono moderatamente adirato con il venditore di turno, ma ora abbiamo un esempio da seguire, un tizio inglese da Leeds che si chiama Lee Beaumont.
Il tipo, indispettito per le numerose chiamate da parte dei venditori telefonici, ha ben pensato di modificare il proprio numero in un numero a pagamento, comunicando ad amici e parenti un nuovo numero al quale contattarlo.
Con una modica cifra (10 Sterline + IVA), ha dunque dato vita ad una ‘fregatura all’incontrario’, facendo dunque pagare ai chiamanti la telefonata da loro fatta per vendere prodotti indesiderati.
E’ stato necessario registrare un avviso di telefonata a pagamento, e nonostante questo le telefonate continuano ad arrivargli anche se come numero mensile si sono quasi dimezzate.
Cos’altro fare contro lo spam telefonico dato che non puoi mettere un filto anti-spam come si fa con le mail?

Se telefonando…

Quante volte vi siete arrabbiati perché continuate a ricevere telefonate indesiderate?
Cercano di venderci qualsiasi cosa, principalmente servizi di telefonia e di connessione internet, ma anche corsi, mobili, olio d’oliva, e dozzine di altre stupidaggini per le quali non siamo minimamente interessati.
Ho tentato anch’io con il ‘Registro delle opposizioni‘, le telefonate disturbatrici si sono ridotte, ma non azzerate.
In un paio di occasioni ho sbagliato, e mi sono moderatamente adirato con il venditore di turno, ma ora abbiamo un esempio da seguire, un tizio inglese da Leeds che si chiama Lee Beaumont.
Il tipo, indispettito per le numerose chiamate da parte dei venditori telefonici, ha ben pensato di modificare il proprio numero in un numero a pagamento, comunicando ad amici e parenti un nuovo numero al quale contattarlo.
Con una modica cifra (10 Sterline + IVA), ha dunque dato vita ad una ‘fregatura all’incontrario’, facendo dunque pagare ai chiamanti la telefonata da loro fatta per vendere prodotti indesiderati.
E’ stato necessario registrare un avviso di telefonata a pagamento, e nonostante questo le telefonate continuano ad arrivargli anche se come numero mensile si sono quasi dimezzate.
Cos’altro fare contro lo spam telefonico dato che non puoi mettere un filto anti-spam come si fa con le mail?

Nota sul registro

Dunque: ho aderito al “Registro delle Opposizioni” da ormai 3 mesi, la mia registrazione risulta valida ed attiva, e nonostante tutto le telefonate pubblicitarie mi arrivano ancora, più stucchevoli che mai.
Ormai la mia risposta è standardizzata: “La vostra telefonata non avrebbe dovuto essere fatta, sono iscritto al Registro delle Opposizioni, siete nell’illegalità e posso denunciarvi alle Autorità competenti”.
Dall’altro capo della cornetta il/la giovane di turno si scusa tantissimo, dice che i suoi elenchi non sono aggiornati, e bla bla bla.
Poi, diciamocelo chiaramente, sarebbe una seccatura ulteriore quella di fare davvero una denuncia al Garante della Privacy, perché dovrei avere più dati possibili sul chiamante, che penso difficilmente mi verrebbero comunicati. E poi la denuncia, grandi rotture di scatole e perdite di tempo. Forse proprio su questo si basano i disturbatori telefonici, ben sapendo che quasi nessuno poi si prende la briga di denunciarli.
Dinamica tipicamente italiana: il rompicoglioni di turno continua ad esserlo perché sa che costa meno buttargli giù il telefono piuttosto che fare una denuncia, e lui continua nella sua attività di disturbatore.
Che ‘ffamo?

modugnopiangeiltelefonoWEB.jpg