Galvan

Ha un cognome italiano (Pennacchioni) è nato in Marocco, ma è un grande scrittore francese.
Sto parlando di Daniel Pennac, di cui possiedo numerosi libri, e che io definisco lo Stefano Benni italiano.
Allo stesso modo Stefano Benni lo definisco il Daniel Pennac italiano.
Non che i temi trattati nelle loro opere siano i medesimi, ma lo stile di scrittura si assomiglia, e ciò che li accomuna maggiormente è il senso dell’ironia, a volte malinconica, che pervade ogni pagina dei loro libri, insieme con una fantasia letterale e narrativa senza eguali.
Se avete un paio di ore libere leggetevi “La lunga notte del dottor Galvan” come ho fatto io ieri, ed immaginatevi visivamente le scene descritte.
Un dottore sognatore alle prese con il peggiore dei malati. Luminari poco illuminati ed equivoci medicali.
Esilarante.